Limited edition

 G.   O. 
 L.   D. 

Top4 by DMLR - Meta Marketing Magazine

#DMLR::20th online!

 

Start |  Guida |  Newsletter |  Magazine

 

TOP WEBSITES
"gli eventi narrati si basano sulla storia vera"


  CHINA INTERNET WATCH
  Una Internet-economy
  CHINA NEWS
  Mandarino semplificato
  NATIONAL MUSEUM OF CHINA
  Giovane ma anziana
  ALIBABA
  Commercio globale: inizia qui!


CONTATTI

Roberto Dondi
Word processing, html e altri trucchi 
DMLR B-side
FAQ blog


META MARKETING
titoli per nickname



Album
Banana
Gold
S.O.S.
Sur
TLV

Chung-kuo

o "C'Era Una Volta In Cina"

(INTRO) Liu Xaodong era pittore che viaggiava nella Cina per scovare nuovi soggetti da ritrarre... La ricerca attraverso le province rurali, le città di provincia, i distretti industriali. Liu incontrava persone comuni come Xiao Wu, un ladruncolo innamorato di una prostituta. O Xiao Jin che nella Cina del nord, al confine con la Mongolia, era l'amante segreto di Qiao Qiao, una pop-star locale. Poi a Fengjie, un villaggio abbandonato dove era sta costruita la diga delle Tre Gole, fece conoscenza di Han Sanming, minatore, e di Shen Hong, infermiera. Incontrò Wei Minzhi, giovane insegnante che stava cercando un bambino che aveva lasciato la compagnia di scuola per la grande città. Non un compito facile in quelle città affollate di millioni di abitanti, come Shangai o Pechino–prima che la traduzione ufficiale la cambiasse in Beijing–che poi era il luogo natale di Douzi e Shitou, due attori del Teatro dell'Opera. Ma l'incontro più strabiliante doveva avvenire nella foresta con Mei, una danzatrice cieca che faceva magiche acrobazie per gli uomini incantati da lei. C'era una volta in Cina...


FILM ADVISOR


(1/10) Qian li zou dan qi (2005) di Zhang Yimou

(2/10) Bai ri yan huo (2014) di Yi'nan Diao, con Liao Fanun

(3/10) Jing Ke ci gin wang (1999) di Chen Kaige

(4/10) Sanxia haoren (2006) di Jia Zhang-ke, con Sanming Han e Hong Wei Wang

(5/10) Dao ma tse (1985) di Tian Zhuangzhuang

(6/10) Shi mian mai fu (2004) di Zhang Yimou con Zhang Ziyi

(7/10) Wo hu zang long/Crouchin Tiger, Hidden Dragon (2000) di Ang Lee, con Chow Yun-Fat, Michelle Yeoh

(8/10) Ba wang bie ji (1993) di Chen Kaige, con Gong Li e Leslie Chung

(9/10) Xilu xiang (1999) di Fruit Chan (oppure) Xin xiang (1992) di Sun Zhou

(10/10) Chung hing sam iam (1994) di Wong Kar-wai, con Brigitte Ling e Tony Leung

P.S. Ogni titolo di film ci offre un motivo per capire la ragione per cui i registi cinesi sono molto apprezzati nei paesi sviluppati, mentre in giro per il mondo hanno assolutamente vinto molti premi nei maggiori festival di cinema, da Dubai a Los Angeles, da Berlino a Durban, da San Paolo a Venezia.

UNDER CONSTRUCTION

Questa pagina Web non è finita in quanto dedicato al continente Cina, troppo grande da contenere... ma gli eventi narrati si basano sulla storia vera.

Direct Marketing Linked Resources in 3D!

SNAPSHOT CHINA


Cn


  • HE HAN ∼ L'anziano cuore della Cina è una pianura di 325.000 kmq. in cui un'agricoltura basata su riso e miglio rese possibile sfamare persone che vissero nell'era delle due cine, a nord quella vicina al fiume giallo (Huangho) e a sud quella prossima al fiume azzurro (Yangtze). Numerose dinastie succedettero l'una all'altra nell'età arcaica, per ricordarne alcune ecco qui: Shang, Chow, Chin, Han, Wei, Wu, Sung, Chi, Leang, Chen, Swei, Tang, Heu, Wanyen. Nel 215 a.C. sotto Shih Hwang-ti, fu eretta la Grande Muraglia Cinese come baluardo di fronte ai barbari, detta pieng cheng oppure chan cheng, ma sempre un muro. E lunga 6.000 km., perché i Mongoli stavano minacciando He han, "il mondo di mezzo", come era definita la Cina d'allora. La superficie della Cina moderna è stimata in 9.551.000 kmq.
  • CAVALLI, TENDE, PALAZZI ∼ Quando Genghiz Khan conquistò Pechino dopo anni di tentativi, fu l'atto finale della sottomissione dell'Asia intera a quell'orda di Mongoli che contava 1 milione di uomini, le cui tende erano il loro palazzo. E la città più cosmopolita della Cina fu costruita da Kublai Khan sulle rovine della precedente città distrutta da suo nonno Genghiz Khan. In pochi decenni il capo dei barbari aveva cambiato la propria attitudine e modus vivendi.
  • MING ∼ Questa famosa dinastia–Ming sta per "luminosa"–cominciò da Hung-Wu e venne dopo una ribellione dei contadini contro i Mongoli che nel 1368 lasciarono Pechino. Da allora Nanjing e Beijing si scambiarono l'importanza di essere la capitale delle province unite cinesi quando essa si spostava da Sud/Nanjing a Nord/Beijing e ritorno, varie volte nel corso dei diciassette sovrani Ming. Finalmente la "Città Proibita" divenne il luogo di residenza degli imperatori Ming e da Yung-lo in poi furono sepolti nella vallata di Chang-ping vicino a Pechino lungo la "via delle anime".
  • CHING ∼ Nel 1644 un'altra rivolta interna di contadini causò una frattura storica e l'ultimo imperatore Ming Chong Chen ne pagò le conseguenze con una bara dozzinale e un funerale da poco. Ma sei settimane dopo un differente gruppo etnico, i Manciù, raccoglieva i benefici del caos e si trovava dentro alla "Città Proibita" come nuova dinastia. I primi imperatori Ching furono rimarchevoli e l'impero cinese si sviluppò in ampiezza fino a Taiwan. I Ching guidarono la Cina fino al 1911.
  • IMPERATORI, BAMBINI, BOXER ∼ La "Città Proibita" ospitò spesso dei bambini quali imperatori prematuri, per esempio Shun-tzu iniziò la dinastia Ching. Alcuni imperatori-bambini vissero segregati per anni aspettando la fine di una guerra civile prima di lasciare i loro appartamenti segreti. Intanto il potere poteva essere gestito da concubine di basso livello come l'imperatrice Tze-sih. Si considerava più rilevante della regina Vittoria d'Inghilterra, un'altra donna potente di quell'epoca. La vecchia imperatrice prima entrò e poi uscì dall'isolamento durante gli anni turbolenti d'inizio sec. XX, reagendo bene quando gli europei, cioè i barbari pelosi, arrivarono armati a Beijing dopo la rivolta dei Boxer che aveva minacciato il corpo diplomatico d'occidente e prolungato la loro permanenza sotto assedio. Appena in tempo Tze-sih invitò le mogli degli ambasciatori a prendere un tè nella "Città Proibita", con inversione a U: dall'ansia al trattamento gentile (vedi il tea-party)!
  • TEA-PARTY ∼ Bene, i tè neri d'alta qualità provengono da Anhwei e Yünnan. Vari tè robusti sono miscelati per una nota compagnia inglese nel "Prince of Wales". Un cinese classico è il Gunpowder Green Tea (non fermentato). Kwang Tung è un tè all'aroma di gelsomino. Dei tè affumicati sono inclusi nel Lapsang Souchong originario del montagnoso Wuyi, prov. di Fujian.
  • L'ULTIMO IMPERATORE ∼ La storia dell'ultimo imperatore Puh-Yi fu girata in un film multi-premiato ma in realtà egli dovette subire il ruolo dei Signori della Guerra negli anni della transizione dall'impero alla repubblica cinese in un tentativo finale di restaurazione. Era un adolescente che viveva nella "Città Proibita" aspettando che qualcuno arrivasse per condurlo verso un altro impero. Poteva essere nel Manchukuò, ma la storia dice di no.
  • LA LUNGA MARCIA ∼ Mao Tse-Tung era nato a Shaoshan, prov. di Hunan, e lo si trova come bibliotecario a Pechino (1918), poi leader delle colonne comuniste durante "la Lunga Marcia" (1935-36) verso la prov. di Shansi, da dove oppose resistenza all'esercito giapponese (1937). Ma soprattutto egli fondò la Repubblica Popolare di Cina esattamente 70 anni fa (1º ottobre 1949). Di certo Mao non era solo nel formare la RPC e qui non si vuole far valere un culto della personalità nel moderno World Wide Web. Pertanto accanto a lui si ricordano Peng Te-Huai, comandante del III corpo d'armata durante "la Lunga Marcia", Ho Lung, un altro comandante dell'esercito popolare di liberazione della regione del Nord-Ovest, e Chu En-Lai, il rappresentante della Cina comunista nella negoziazione col Kuomintang. Ma prima di loro ancora gli studenti del Movimento 4 Maggio costituirono l'inizio del Partito Comunista cinese e dei fatti politici seguiti alla I Guerra Mondiale.

  • Cn


  • BANDIERA ∼ Zeng Lian Song era nato nella prov. di Zhejiang, ed è il designer della bandiera rossa dalle cinque stelle della PRC qui impiegata nella versione .gif.
  • LEE ∼ C'è un cognome che i cinesi condividono con il linguaggio inglese, o che hanno copiato? Lee Tsung Dao per esempio era un fisico nato a Shanghai che vinse il premio Nobel nel 1957. Lee Yun Fan diventò una star internazionale del cinema come Bruce Lee ma, dopo tre film e altri due in lavorazione, morì prematuramente (vedi anche Kung-fu). Qui si preferisce Li che non da adito a dubbi.
  • KUNG-FU ∼ Nel sec. XVII i maestri Li Chieng & Pai Yu Feng avevano fissato le 72 forme del codice di combattimento. Così la medesima società poteva creare il Kung-fu come pure il Teatro dell'Opera come occupazioni ludiche.
  • CHAN È DADA ∼ Yong Ping Huang (1954-2019) fu l'artista che formò lo Xiamen Dada, un gruppo radicale d'avanguardia. Egli ha espresso nel suo lavoro valori di ostentazione anti-artistica (fan jiaoshi zhuyi), anti-arte (fan yishu) e anti-storia (fan yishushi) come nel progetto "A Concise History of Modern Art after Two Minutes in the Washing Machine". Fu presente anche in Europa e in Italia fu coinvolto nel progetto "100% Make Up" (1992).
  • MODELLE ∼ La prima supermodella cinese è stata una ragazza di Shanghai: il suo nome suona Juan, il cognome Du, il tutto risulta Du Juan. Mo Wandan è un'altra modella, nata a Shenzhen, prov. di Guandong. Insieme furono colte dalla macchina fotografica per The Cal (2008). Hanno aperto la strada ai giovani cinesi occupati nelle sfilate della China Fashion Week che si è inaugurata nel 1997 e ha luogo a Beijing due volte l'anno (marzo-ottobre, chinafashionweek.org).
  • BIG DATA ∼ In Cina gli utenti di internet sono 854 milioni nel primo semestre 2019 con un tasso di penetrazione del 61,2%. La popolazione cinese complessiva, circa 1.400 milioni, è quasi raddoppiata dal 1967 quando era stimata in 710,9 milioni. Che è una vera Repubblica Popolare in alcune province e città, principalmente quelle dell'Est, dove la pressione demografica è diventata maggiore per la presenza di zone ad elevato sviluppo industriale. Simbolo di questo sviluppo inarrestabile, chiamato anche transizione verso la modernità, è considerata la trasformazione urbana di Guangzhou (o Kwangchow?) e della sua regione che converge sul "Fiume di Perle" (Chu Kiang). In quel profondo sud–anche la Cina ha il suo–la gente ha abbandonato le tradizionali attività come allevare maiali e pescare, preferendo navigare nel ciberspazio ogni giorno. Top Web bowser in Cina sono considerati gli stessi usati dal mondo occidentale, quindi Chrome (45%) ed IE (23%). Molto meno diffusi Firefox e Safari (2% cad.). Browser locali risultano QQ (5%), 2345 (5%) e Sogou (4%). Nell'e-commerce il gigante cinese Alibaba, fondato proprio 20 anni fa a Hangzhou, prov. di Zhejiang, è il competitor principale e una delle imprese internet-oriented più grandi del mondo, con titolo "Global Trade Starts Here" sul portale Alibaba.com. A proposito di commercio globale, Namhoi è il porto marino di Guangzhou, soltanto 80 miglia da Hongkong, e restò per lungo tempo l'unico porto cinese con permesso di praticare il commercio con l'estero.

  • Cn


  • NO ANONYMOUS ∼ "China is taking every measure it can to verify the identities of its over 850 million mobile internet users. From December 1st, people applying for new mobile and data services will have their face scanned by telecom providers" (da Radical Party newsletter #48, 2019).
  • TURISMO ∼ Per il turista che visita un paese immenso come il continente Cina è molto difficile scegliere la destinazione giusta. Qui si mettono in luce le grotte di Lung-Men, ovvero la "Porta dei Dragoni" a Loyang; il raoliang che cresce in Manciuria; il Chang Kiang (= fiume lungo) che scorre lentamente e talvolta causa inondazioni come nel 1931 quando ha sommerso Hankow; il noto albero della lacca di Kweichow (o Kueichou?); gli infiniti cantieri dei lavori pubblici in costruzione. Per mete ed organizzazione personale meglio seguire il sito di servizi viaggio Chinahighlights.com.
  • CHOW/CHOU, TZU/ZHOU ∼ Non semplice risulta la traduzione dalla lingua cinese in lettere occidentali. Prendila con filosofia. Il suo nome è Chuang Chou (o Chuang Tse o Tzu), filosofo cinese, discepolo di Kung Ch'iu (o Kung Fu-tze). Studiò con maggior interesse la dottrina di Lao Tse per elaborare una concezione mistica della conoscenza. Quando sognò una farfalla, Chuang pensò che fosse la farfalla a sognare di essere lui filosofo. Chow-chow (o Chou-chou) è razza di cani di lusso che non pensa in modo così fine come un filosofo ma non si può mai sapere. Nel 1889 un centro commerciale fu aperto dai mercanti europei nella provincia di Kwangsi. Quel luogo è noto come Lungchow o Lungchou ma si trova tradotto anche Lungching o Lungtsin. Dipende con quale dialetto cinese ci si sente a proprio agio.
  • UOMINI D'ACCIAIO ∼ Una domanda in calo nel settore immobiliare colpisce l'industria dell'acciaio → molti stabilimenti si fermano, un importante gruppo potrebbe fallire → un quarto degli occupati nella contea di Wenxi dipendono da questa industria e da un'impresa sola → 100.000 persone ne pagheranno le conseguenze?
  • SUPERSTIZIOSI ∼ La domanda di ossa e pelli di tigre è cresciuta negli anni Duemila al punto che il numero delle tigri diminuisce drammaticamente. Una superstizione cinese crede che quegli ingredienti rendano vini e liquori più forti e salutari per i consumatori. I bracconieri di tigri ringraziano.
  • 4H SHANGHAI ∼ La rivoluzione culturale si concluse negli anni 1970. In Cina l'ultimo gruppo radicale fu la Banda dei Quattro con Chiang Ching, vedova di Mao, e altri tre leader chiamati la "cricca di Shanghai". Per rilanciare l'immagine di Shanghai, che conta 27 milioni di abitanti, cioè una delle metropoli intelligenti d'oggi, si organizza la 4 Ore di Shanghai per il World Endurance Championship–Jackie Chan ha una squadra corse cinese coinvolta nella competizione, Ho-pin Tung il pilota. Forse quella storia inopprtuna della cricca ha aiutato i ribelli della Rebellion a vincere la corsa nell'edizione di quest'anno...

  • Cn


  • ZES ∼ «Lasciamo che il Guangdong cammini un passo davanti al resto» parole nel caso attribuite a Teng Hsiao-ping (o Deng Xiaoping). Si considera il Guangdong una solida prova delle Zone Economiche Speciali pianificate e realizzate in Cina negli anni 1980. Ora la regione produce il 40% dell'export totale cinese. Nell'agglomerato urbano lungo 250km fatto di Zuhai-Shenzen-Dongguan-Guangzhou, si potrebbe respirare quello spirito Yitnau che ha in fondo a che vedere con le politiche e le misure orientate al libero mercato adottate per il management economico che sta a capo dello sviluppo delle ZES.
  • MR. LANG & MS. WANG ∼ «Nel mio paese si inizia a lavorare duro da bambini. Otto, nove ore al giorno, non ci si lamenta, è normale». L'uomo che parla è un pianista cinese, non un allibratore. È una celebrità, Lang Lang, cresciuto nella regione industriale di Shenyan e spinto a suonare dal padre. Possiamo vedere una sua performance in video su twitter.com/lang_lang! Un'altra star è la pianista classica di Beijing, Yuja Wang. Nel 2019 è in tour in Cina con la Wiener Philarmoniker per concerti a Macao, Guangzhou, Shanghai e Wuhan (fonte: twitter.com/yujawang).
  • CHINA CALLING ∼ CN¥ è il simbolo della valuta cinese–si trova nei caratteri speciali, non sulla tastiera come ognuno dovrebbe facilmente notare. Oggi le società cinesi della tecnologia dell'informazione e della comunicazione sono i partner primari delle imprese europee di interesse pubblico. TZE Corp. con sede a Shenzhen, prov. di Guandong, è azienda leader nella tecnologia 5G che farà migliorare tutte le applicazioni in 3D e la trasmissione dati wi-fi. Dai Shu, Direttore Comunicazione di TZE, ha pianificato il miglior mondo possibile entro il 2025 grazie alla diffusione del 5G nella rete globale delle smart city. Anche Huawei Technologies ha sede a Shenzhen, Guandong e produce dispositivi intelligenti, 46% del mercato smartphone cinese, ma di fatto è primo fornitore nel mondo di strutture di rete. Huawei ha un fatturato di CN¥ 721,202 miliardi (2018). Messa nella lista nera, l'impresa è costantemente in lite col Presidente degli USA via twitter. Meng Wanzhou, dirigente di Huawei, è stata investigata per spionaggio e truffa: ora probabilmente si trova sotto sorveglianza da parte di spyware inviato da (omissis). Domanda: l'intelligenza artificiale e la stupidità umana possono competere?
  • LA VIA DELLA SETA ∼ "Custom digital fabric Printing Silk crepe de chine 100% silk tulle fabric €3.66-€9.13/Meter 50 Metres (MOQ)" √erified ⟨contact supplier⟩. La piattaforma B2B di Alibaba.com permette di contattare e trattare con la ditta Hangzhou MY Textile Technology Co. La Cina è vicina!
  • QUOTIDIANO DEL POPOLO ∼ Il giorno medio per la prima neve d'inverno a Beijing è il 29 novembre, secondo i dati di oltre 60 anni (fonte: twitter.com/PDChina). Mentre a Hsiankiang fa molto caldo–a volte prevalgono le cortine fumogene–Beijing ha visto la prima neve cadere propio ieri. Differenti zone, differenti umori climatici.

  • Cn

(OUTRO) Per questo saggio i cinesi hanno molto riso...

©2019 Roberto Dondi :: www.dmlr.org
DMLR 20YRS & 3D (banner) • k®ea'ti:v • DonRo • donro@dmlr.org
Pubblicato { 24 Novembre 2019–ultimi ritocchi 30 Novembre.